dalai_lama mandala di sabbia

mandala tibetani

il Dalai Lama presiede la nascita di un mandala di sabbia

2 Mag , 2017  

Il Dalai Lama e i mandala di sabbia

I Mandala di Sabbia che in tibetano vengono chiamate “Dul-tson-kyil-khor” sono giustamente considerate una delle tradizioni esteticamente più belle del Buddismo Tantrico.
“Dul-tson-kyil-khor” in tibetano significa Mandala creato con le polveri colorate e il meraviglioso disegno colorato che i Monaci creano non è altro che il mezzo, un metodo che usano per meditare.
Il Mandala di Sabbia viene creato con ore e ore di preghiere, pazienza e meditazione ma alla fine, l’ultimo atto della creazione di questo Mandala di Sabbia rappresenta un’altra delle verità del pensiero Buddista.

La parola Mandala (sanscrito maṇḍala (मण्डल)) definisce un rituale spirituale, e rappresenta la forma dell’universo Buddista, la struttura di base è un cerchio che contiene l’universo, all’interno del cerchio c’è la definizione di un palazzo che contiene tutto quello che esiste diviso in varie parti, quello che è conosciuto, quello che non è conosciuto, quello che non potrà mai essere conosciuto e così via.
Il palazzo del cosmo è di forma quadrata e in ogni lato presenta delle porte dalle quali l’adepto può entrare o uscire; infatti la rappresentazione di questo universo ha anche una funzione che potrei definire didattica, contiene dei percorsi di crescita personale per dire all’occidentale. In verità sono conoscenze iniziatiche che educano l’adepto che passa dal concepire il Mandala di Sabbia solo come un bellissimo disegno con la sabbia, al capire l’importanza della sua fabbricazione fino ad arrivare a meditare il Mandala stesso, a sentirlo.

Il Mandala di Sabbia e la sua costruzione lenta e meditata, non permette errori, la sabbia è quasi impossibile da togliere dal disegno senza rovinare anche i colori circostanti (e questo è un’altro insegnamento).
Il Mandala esige un’attenzione assoluta, un movimento senza intenzione cosciente dove la mano sa cosa deve fare senza chiedere continuamente il permesso al cervello, in questo modo non ci sono errori e si verifica l’Azione… senza azione tanto cara anche al Buddismo Zen.

Cosa significa oggi il Mandala di Sabbia?,

Oggi il Mandala ha ancora lo stesso significato, il Mandala da colorare è una semplificazione per rendere alla portata di tutti un procedimento molto antico e profondo; un aiuto reale per focalizzare la tua attenzione attraverso il semplice atto di colorare un disegno.

La concentrazione che metti nel colorare un Mandala ti distacca dai tuoi problemi, ti prendi una pausa per te stessa, ti regali del tempo utile e mentre i tuoi pensieri i tuoi problemi ti lasciano in pace e se ne stanno zitti per un po’, sentirai affiorare delle sensazioni più profonde.

dalai_lama mandala di sabbia

dalai_lama mandala di sabbia

Probabilmente il filmato è riferito alla prima volta che la costruzione e l’atto finale del Mandala di Sabbia veniva mostrato in occidente.
Il 14esimo Dalai Lama ha permesso questa cerimonia come un aiuto alla vita e alla crescita di tutti gli esseri viventi che ne venivano a contatto, era il 1988.
Il Mandala scelto era il Kalachakra Mandala, costruito in sabbia dai Monaci Namgyal di Dharamsala, India, presso il Museo di Storia Naturale di New York City.

Mandala di Sabbia, quale sabbia?

Anticamente la sabbia veniva raccolta e i colori erano di tipo minerale quindi pietre preziose o semi preziose venivano polverizzate per ottenere il colore adatto, Lapislazzuli per gli azzurri ad esempio.
Oggi è più semplice, ci sono i coloranti che provvedono a colorare la sabbia bianca per ottenere qualsiasi colore

Mandala di Sabbia, quali strumenti?

Per disegnare con la sabbia vengono usati diversi strumenti, il più particolare è un imbuto metallico chiamato “chakpur” la parte finale del cono ha diverse dimensioni a seconda della grandezza del tratto che si vuole disegnare, per le linee più sottili il cono permette il passaggio di pochi granelli di sabbia alla volta.
Lo “chakpur” presenta dei rilievi nella parte superiore, grattando con uno strumento di legno si provocano le vibrazioni per far scendere la sabbia poco alla volta.
Niente è lasciato al caso e anche questo movimento oltre a far cadere la sabbia sul Mandala produce un rumore che aiuta la concentrazione

Cosa succede mentre si crea un Mandala di Sabbia?

Apparentemente nulla, quattro Monaci stanno seduti a lavorare al Mandala per settimane, uno per ogni lato del quadrato che rappresenta l’universo, riempiendo il disegno dal centro verso l’esterno, meditando.
Un Mandala è uno strumento estremamente potente, ed è creato per portare pace ed armonia.
Nella tradizione buddista basta semplicemente visualizzare un Mandala per cambiare il proprio stato energetico e creare un forte flusso di bellezza e perfezione.

Lo scopo è di questa opera è quella di accumulare nell’opera stessa una maggiore compassione, consapevolezza un migliore senso del qui ed ora.

Tutte queste energie che vengono caricate nel Mandala dall’azione dei Monaci vengono liberate e trasmesse liberamente ad ogni essere vivente nell’ultima fase della creazione di un Mandala di Sabbia

Cosa succede quando un Mandala di Sabbia è finito?

Questa è la parte dell’insegnamento buddista più importante e tratta dell’impertinenza di tutte le cose, non importa se per completarlo ci sono volute settimane e la “non azione” di quattro Monaci.
Appena completato Il Mandala si sabbia assolve la sua vera funzione: essere distrutto.

Con una cerimonia la sabbia viene raccolta, usando fiori o speciali pennelli per poi essere versata in un corso d’acqua per sottolineare l’impermanenza di tutte le cose e il senso di non attaccamento. Nell’atto finale di versare la sabbia nell’acqua si libera la “divinità” quell’energia di compassione che si diffonde nel mondo a benefici di tutti gli esseri.

mandala di sabbia 4

Photo credit

mandala di sabbia 3

Photo credit

mandala di sabbia 13

Photo credit

mandala di sabbia 15

Photo credit

mandala di sabbia 8

Photo credit

mandala di sabbia 2

Photo credit

mandala di sabbia 14

Photo credit

mandala di sabbia 17

Photo credit

mandala di sabbia 10

Photo credit

mandala di sabbia 16

Photo credit

mandala di sabbia 7

Photo credit

mandala di sabbia 11

Photo credit

mandala di sabbia 5

Photo credit

mandala di sabbia 18

Photo credit

r3

 

{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); jQuery('#facebook').sharrre({ share: { facebook: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); jQuery('#googleplus').sharrre({ share: { googlePlus: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, urlCurl: 'https://mandaladacolorare.it/wp-content/themes/fullby-premium/js/sharrre.php', click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('googlePlus'); } }); jQuery('#pinterest').sharrre({ share: { pinterest: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { pinterest: { description: 'il Dalai Lama presiede la nascita di un mandala di sabbia',media: 'https://mandaladacolorare.it/wp-content/uploads/2017/05/dalai_lama.jpg' } }, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('pinterest'); } }); });

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: